Open Site Navigation

ARTICOLI COSMESI


trattamento viso

SOS FREDDO


L’inverno è una stagione “nemica” della nostra pelle, infatti può provocare problemi quali pelle secca, labbra e mani screpolate.Cosa si intende con il termine pelle secca? Una pelle carente di lipidi cutanei, sottile, poco elastica, disidratata e desquamata, dall’aspetto spento, chiaro e poco sano, con conseguente invecchiamento precoce e maggior predisposizione alle rughe.


Esistono due tipi di pelle secca:


  • Disidratata, ossia carente di acqua

  • Alipidica, ossia carente di lipidi


Quali possono essere le cause più frequenti?


  • Ambiente climatico (raggi uv, freddo, vento...)

  • Predisposizione genetica

  • Età

  • Farmaci (diuretici, contraccettivi...)

  • Dieta con insufficiente apporto di acqua vitamine e minerali

  • Fumo


Come trattare la pelle secca?


La pelle secca si cura con semplici gesti: di primaria importanza l’utilizzo costante (settimanale) degli scrub che consentono la rimozione di cellule morte presenti sulla superficie, rendendo quindi la pelle maggiormente ricettiva ai trattamenti che verranno effettuati successivamente. Sulla cute precedentemente preparata si applicano poi cosmetici specifici in grado di mimare la struttura del cemento intercellulare e rinforzare la coesione delle cellule, creando una barriera efficace contro la disidratazione: la pelle così nutrita ritrova la sua elasticità. Il freddo inoltre esacerba alcune problematiche quali couperose, ovvero una lesione cutanea dovuta ad eccessiva porosità e fragilità dei capillari, che subiscono una dilatazione tale da dipingere il volto con macchie e venature rossastre decisamente antiestetiche. Nei casi di couperose lieve si possono impiegare cosmetici ad azione astringente, molto delicati, contenenti meliloto, rutina ed Hamamelis, in grado di attenuare o prevenire rossori transitori e diffusi della pelle sensibile. Laddove l’inestetismo risultasse molto evidente, si consiglia, dopo l’applicazione della crema astringente, l’utilizzo di uno specifico trucco minerale in grado di mimetizzare il rossore e di correttori verdi in grado di neutralizzarlo.



LEZIONI DI TRUCCO:


La prima fondamentale regola per avere una base perfetta è che non esiste make-up senza una base idratante e regolarizzante in caso di pelli grasse. Un perfetto trucco parte sempre da una buona idratazione!


I passaggi fondamentali per un rapido make-up quotidiano


Il primo prodotto da applicare è sempre il fondotinta, che deve essere scelto del colore dell’incarnato: deve essere steso con un pennello piatto partendo dal centro del viso e andando poi a spalmarlo verso le zone più esterne. Possiamo applicarlo anche sulla palpebra superiore ma non su quella inferiore (le cosiddette “borse”).


Se abbiamo una pelle oleosa è bene scegliere un fondotinta con texture matt, mentre ci orientiamo su una consistenza più fluida se abbiamo una pelle tendenzialmente secca.


Possiamo poi scegliere se avere un effetto nudo, con un prodotto che a contatto con la pelle dia trasparenza, o un effetto più coprente, con un fondotinta cremoso a più lunga tenuta.


Fortunatamente il mercato ci offre un’ ampia scelta .


Il secondo step è l’applicazione del correttore sulla palpebra inferiore, per neutralizzare eventuali occhiaie scure ( a questo fine scegliamo la tonalita’ pesca che neutralizza il bluastro delle occhiaie),oppure laddove si necessiti di mascherare eventuali imperfezioni quali brufoletti o arrossamenti (a tal proposito, secondo le regole dei colori, utilizziamo il verde).


A questo punto importantissimo è dedicare qualche secondo alla stesura della cipria, la cui funzione principale è quella di fissare fondotinta e correttore, per avere una maggior tenuta, e opacizzare i punti critici del viso. La cipria va applicata con la spugna del make-up o con l’apposito pennello.


Ora che abbiamo preparato la base possiamo proseguire con gli step successivi: passiamo al blush ( comunemente chiamato fard), importantissimo per donare all’ incarnato un aspetto sano e radioso. Spesso ci chiediamo come stenderlo: deve abbracciare l’osso zigomatico (toccatevi l’osso), per cui nella stesura si parte dal centro dello zigomo via via sfumando verso le tempie fino a toccare i capelli. Se abbiamo un viso lungo il blush va applicato in direzione orizzontale da guancia a zigomo, non usiamo tratti discendenti perché allungano ulteriormente il viso; se invece abbiamo un viso rotondo sfumiamo dal naso verso le orecchie per ricreare i volumi


Passiamo ora al trucco degli occhi, grazie all’utilizzo di matita e mascara.


La matita è preferibile sia waterproof o kajal se vogliamo passarla anche all’interno dell’occhio ( ma ricordiamoci che cosi facendo tendiamo a rimpicciolire l’occhio); scegliamo un eye-liner se vogliamo un tratto più marcato. Per quanto riguarda il mascara ,prodotto assolutamente indispensabile , ricordiamoci di stenderlo partendo dalla radice delle ciglia con movimenti a zig zag per separarle.


Non dimentichiamo poi di dedicare attenzione alle sopracciglia, soprattutto se non sono ben definite o se presentano buchi: utilizziamo una apposita matita correttiva effettuando piccoli tratti in direzione del pelo; le sopracciglia incorniciano il viso, quindi non trascuriamole!


Ultimo passaggio il rossetto o gloss.


Per quanto riguarda le labbra la parola d’ordine e’ IDRATARE!!


Scegliamo un rossetto matt se abbiamo labbra carnose ; se invece abbiamo una pelle matura con evidente “effetto barcode” sul contorno labbra, ricordiamoci che sono assolutamente sconsigliati i gloss e i rossetti troppo cremosi che tendono a risalire. Definiamo bene il contorno con l’ aiuto di una matita e applichiamo un rossetto matt.



LA DETERSIONE DEL VISO